Home |  Organismi Dirigenti  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  sabato 17 novembre 2018 Partito Democratico Cesena
| Circoli | Dichiarazioni | Iniziative ed eventi | Parlamentari e consiglieri | Feste democratiche | SPECIALE AMMINISTRATIVE | Bilanci |
Raccogliere i frutti del proprio lavoro

28 gennaio 2012

Pubblicato in: Comunicati

Rendere fruttifero il proprio lavoro. E' ciò che chiedono a gran voce gli agricoltori cesenati, giunti in massa venerdì pomeriggio al convegno organizzato dal PD per parlare di agricoltura come strumento per la crescita, durante il quale sono state illustrate le due proposte di legge presentate dal partito alla Camera. Il senso dell'incontro è stato spiegato in apertura da Daniele Zoffoli, segretario territoriale PD Cesena: «L'agricoltura rappresenta per la nostra regione e per il comprensorio cesenate un valore fondamentale dal punto di vista economico, produttivo e occupazionale, in grado di creare un indotto importantissimo. Però oltre a questo ruolo, ce ne sono altri che dobbiamo valorizzare: è tutela e difesa dell'ambiente e del territorio. Aiuta a presentare un'offerta turistica importante, fatta di contatto con la natura, di qualificazione, di possibilità di rapportarsi con un prodotto eno-gastronomico di eccellenza».
Dopo un saluto del sindaco Paolo Lucchi, che ha rimarcato come la ripresa dell'economia in questo territorio debba passare necessariamente per l'agricoltura e che per questo il tema va affrontato con coraggio, l'on. Sandro Brandolini, Commissione Agricoltura Camera dei Deputati, ha sottolineato i punti cardine delle proposte del PD: contratto obbligatorio per la fornitura dei prodotti, e organizzazione dei produttori, non solo dal punto di vista della commercializzazione, ma anche della logistica.
Per Gian Luca Bagnara, assessore Agricoltura Provincia Forlì-Cesena, «nel settore non servono cifre, servono regole chiare, perché gli agricoltori vogliono fare gli imprenditori, non i raccoglitori di elemosina».
Alcuni dati portati da Tiziano Alessandrini, consigliere Regionale Emilia-Romagna, hanno aperto poi il successivo dibattito. Il più eclatante riguarda i giovani, che rappresentano meno del 10% del totale degli agricoltori, rendendo così il 40% della superficie agricola utilizzata a rischio successione. Il pubblico ha ringraziato il PD per l'attenzione data al settore, perché da tempo gli agricoltori si sentivano abbandonati dalla politica. Dagli interventi è emerso come sia fondamentale lavorare in questo anno, sfruttando l'attuale governo tecnico per mettere in campo le necessarie riforme. Definendo un contratto standard, e applicando vera trasparenza al prodotto. Sul punto delle assicurazioni, altro elemento caldo dell'incontro, è emerso come servano strumenti concreti per tutelare almeno con un reddito minimo i lavoratori, poiché molti chiudono senza nessun introito l'anno produttivo.
Un ulteriore strumento, che ha evidenziato Tiberio Rabboni, assessore Agricoltura Regione Emilia-Romagna, dovrà essere la liberazione dall'Imu per i fabbricati agricoli.
In chiusura l' On. Angelo Zucchi, vice Presidente Commissione Agricoltura Camera dei Deputati, ha rimarcato la necessità di creare organizzazioni dei produttori. Al termine dell'incontro ci si è dati appuntamento a breve, per verificare l'approvazione delle proposte e ragionare nuovamente insieme di cosa si possa fare per risollevare le sorti di un settore così importante per il territorio.

Vai alla galleria immagini


TAGS:
agricoltura |  cesena |  riforme |  proposte |  legge |  brandolini |  rabboni |  zucchi |  alessandrini |  zoffoli |  bagnare | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Link utili
Link utili
Ricerca nel sito
»

iniziative ed eventi cesena pd primarie dichiarazioni feste democratiche cesenate parlamentari e consiglieri
 Partito Democratico Cesena - Viale Bovio n. 48 - 47521 Cesena (FC) - tel 0547-21368 - fax 0547-25304 - e-mail organizzazione@pdcesena.it - C. F. 90056750400   - Privacy Policy

Il sito web di PD Cesena non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto