Home |  Organismi Dirigenti  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  mercoledi 21 novembre 2018 Partito Democratico Cesena
| Circoli | Dichiarazioni | Iniziative ed eventi | Parlamentari e consiglieri | Feste democratiche | SPECIALE AMMINISTRATIVE | Bilanci |
Riorganizzazione dei servizi postali, il governo risponde all'interrogazione di Brandolini

23 settembre 2012

Pubblicato in: Comunicati

Mercoledì scorso, 19 settembre, in Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni il sottosegretario Massimo Vari ha risposto all'interrogazione presentata dall'On. Brandolini lo scorso 25 luglio in merito al piano di riorganizzazione dei servizi di Poste Italiane SpA, piano che nella Provincia di Forlì-Cesena mette a rischio la sopravvivenza di una decina di uffici postali, la maggioranza dei quali collocati nel comprensorio cesenate (Calisese e Gattolino di Cesena, Linaro e Pieve di Rivoschio di Sarsina, Selvapiana di Bagno di Romagna). «Nella sua risposta - spiega Brandolini - il sottosegretario Vari ha precisato che l'eventuale chiusura è oggetto di ulteriori approfondimenti, facendo presente che l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, soggetto attualmente competente a vigilare sul settore postale, ha comunicato di aver convocato una riunione con la Società sia per ottenere chiarimenti, in particolare sugli interventi di razionalizzazione e di chiusura degli uffici postali, sia per richiamare l'attenzione della società stessa sulla necessità di garantire un'effettiva e preventiva interlocuzione con le realtà locali».
«Quanto all'altro quesito che avevo posto nella mia interrogazione - prosegue Brandolini - vale a dire la richiesta di conoscere gli intendimenti del Governo per far sì che il rinnovo del Contratto di Programma non comporti effetti negativi sulla qualità del servizio pubblico gestito da Poste Italiane, nella risposta del sottosegretario si legge che "di recente - a conclusione di una prima fase di negoziazione con Poste italiane - è stata messa a punto dagli uffici ministeriali una prima bozza del nuovo Contratto relativo al periodo 2012-2014. Nella predisposizione di tale bozza, non si è mancato di prestare attenzione all'esigenza di coniugare nei limiti del possibile gli obiettivi di contenimento dei costi del servizio universale con quelli del mantenimento dell'attuale offerta qualitativa dei servizi"».
«Nella mia replica - conclude Brandolini - nel prendere atto della risposta che scongiura al momento le chiusure ipotizzate da Poste SpA, ho sollecitato il governo al rinnovo del contratto di programma, scaduto il 31 dicembre 2011, sottolineando l'importanza del servizio universale erogato dalle Poste e il comportamento dell'azienda, teso da un lato a ridurre il servizio postale (attraverso la riduzione degli orari di apertura anche in Comuni di media dimensione a forte dinamica economico-sociale e con proposte di chiusura di uffici nelle frazioni rurali oltre che in collina e montagna) e, dall'altro lato, a privilegiare le attività di carattere bancario e commerciale anche a scapito del servizio universale».


TAGS:
parlamentari e consiglieri |  dichiarazioni | 

Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Link utili
Link utili
Ricerca nel sito
»

pd iniziative ed eventi cesena primarie cesenate parlamentari e consiglieri feste democratiche dichiarazioni
 Partito Democratico Cesena - Viale Bovio n. 48 - 47521 Cesena (FC) - tel 0547-21368 - fax 0547-25304 - e-mail organizzazione@pdcesena.it - C. F. 90056750400   - Privacy Policy

Il sito web di PD Cesena non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto