Home |  Organismi Dirigenti  |  Link  |  Contatti  |
Feed RSS 
  lunedi 19 novembre 2018 Partito Democratico Cesena
| Circoli | Dichiarazioni | Iniziative ed eventi | Parlamentari e consiglieri | Feste democratiche | SPECIALE AMMINISTRATIVE | Bilanci |
Cultura a Cesena. Il Gruppo Consiliare risponde alle polemiche.

6 febbraio 2015

Pubblicato in: Comunicati

E' da molto tempo che nella nostra città non si assisteva ad un dibattito così vivace sulla Cultura, e questo riteniamo sia un segnale positivo!
La cultura e l'arte devono costituire, prima della demagogia e ancor prima del potenziale economico-turistico, un diritto fondamentale dei cittadini, ovviamente non solo cesenati. Da questo discende la responsabilità pubblica di sostenerne lo sviluppo, la diffusione e l'approfondimento, oltre che garantire a tutti i cittadini l’accesso alla cultura e alla produzione culturale. In questo perimetro occorre però individuare strumenti di programmazione che aiutino a spendere meglio e a evitare la dispersione di risorse.

Da quando il Consiglio Comunale si è insediato, l’approccio del nuovo Assessore Castorri si è contraddistinto subito per concretezza. I molti incontri in ascolto della città sono segno di umiltà nel volersi accostare ad un mondo - per sua stessa ammissione – tutto da scoprire. Tanto che, più volte, questo suo atteggiamento ha avuto l’approvazione di tutte le forze politiche.
Grazie a questo approccio, siamo giunti ad approvare una delibera rivoluzionaria per l'organizzazione dell'attività culturale cesenate, con un’ampia condivisione (solo un voto contrario) in Consiglio Comunale: il luogo deputato a rappresentare i cittadini cesenati.

Da più di un anno, la Grande Malatestiana è sempre più frequentata da studenti, famiglie, visitatori e turisti. L'organizzazione degli spazi, che ha portato ad un notevolissimo miglioramento delle condizioni di studio, la crescita del prestito di libri e DVD, la possibilità di ospitare eventi di qualità, l'imminente valorizzazione dei fondi Cinema San Biagio, la promozione della Biblioteca Antica e la ristrutturazione dell'accesso al Museo Archeologico sono evidenti risultati del lavoro che si sta svolgendo.

Se fossimo rimasti ancorati al pensiero che se una cosa ha sempre funzionato, tale deve rimanere, avremmo perso il contatto con la realtà culturale in continua evoluzione,  perdendo così la funzione principale dell'agire politico che è quella di saper interpretare i continui mutamenti della società.

La scelta di sopprimere l’Istituzione malatestiana è collocata all’interno del percorso che ha dato vita ad unico Settore “Biblioteca Cultura e Turismo”, al fine di eliminare le sovrapposizioni, render più snelle ed efficienti le procedure burocratiche e questo lo condividiamo fortemente.

Ora aspettiamo la costituzione del Comitato Scientifico e della Consulta Cultura per continuare il percorso avviato insieme, redigendo i regolamenti di utilizzo delle strutture pubbliche e approfondendo le tematiche sullo sviluppo, divulgazione e conservazione della cultura e dell’arte del Cesenate. Attendiamo anche l'imminente nomina del nuovo dirigente, figura importante per dare spinta al lavoro programmato in delibera. 

Le polemiche degli ultimi giorni sulla stampa locale, in particolare sulla Malatestiana, sono assolutamente fuori luogo per differenti aspetti (intanto, chi non ha partecipato all'ampio dibattito degli ultimi mesi che ha determinato le scelte messe in campo, avrebbe potuto apportare contributi utili in tempo) e non rendono merito allo sforzo che questa amministrazione sta facendo per dar corpo ad una visione globale della cultura in città, insieme alla città, che fa perno intorno alla Malatestiana.
Ma l'aspetto più avvilente, che emerge dalle uscite sui giornali, viene espresso da chi ricopre o ha ricoperto incarichi politici amministrativi ad ogni livello, il mancato rispetto dei ruoli, in questo caso il denigrare le scelte effettuate, con ampia adesione trasversale tra maggioranza e opposizione, da un Consiglio Comunale eletto democraticamente dai cittadini è gravemente lesivo delle istituzioni e delle persone.

Infine, la preoccupazione che spinto qualcuno a scomodare  il Prof. Puglisi Presidente dell'Unesco scaturisce dal sentimento d'amore verso la Biblioteca Malatestiana o dal rischio personale di perdere un ruolo di regia che si riteneva di possedere?"
P
er noi Consiglieri, per il Sindaco e Assessore rimane saldo il sentimento d'amore per la nostra Biblioteca e la Cultura nella nostra Città. 

 



Bookmark and Share





Girafeste: scopri tutte le feste del PD dell'Emilia-Romagna
Link utili
Link utili
Ricerca nel sito
»

feste democratiche primarie cesena pd parlamentari e consiglieri dichiarazioni iniziative ed eventi cesenate
 Partito Democratico Cesena - Viale Bovio n. 48 - 47521 Cesena (FC) - tel 0547-21368 - fax 0547-25304 - e-mail organizzazione@pdcesena.it - C. F. 90056750400   - Privacy Policy

Il sito web di PD Cesena non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto