Home |  Trasparenza.  |  Organismi Dirigenti  |  Link  |  Contatti  |  Articoli  |
Feed RSS 
  martedi 28 maggio 2024 Partito Democratico Cesena
| Circoli | Dichiarazioni | Iniziative ed eventi | Parlamentari e consiglieri | Feste democratiche | SPECIALE AMMINISTRATIVE | Bilanci |
Legge di Bilancio: Governo senza idee, non riesce ad andare oltre la propaganda

18 ottobre 2023


Quella presentata ieri dal Governo Meloni è una manovra senza visione strategica, senza misure in grado di ridare slancio all'economia e agli investimenti, fatta solo per dare qualche contentino ma che, alla fine, non porterà alcun beneficio tangibile alle vite degli italiani. Nulla di forte su scuola, politiche industriali, PNRR e sanità pubblica. Anzi sulla sanità c'è una novità che va contro l'art. 32 della Costituzione, infatti i residenti stranieri cittadini di Paesi non aderenti all'Unione europea dovranno pagare una quota di 2 mila euro per l'iscrizione negli elenchi degli aventi diritto alle prestazioni del SSN. Ma non è tutto, ancora più preoccupante è infatti l’omissione totale sulle misure indispensabili per contrastare il cambiamento climatico e il dissesto idrogeologico”.

Questo governo non riesce a far accadere nulla’ questa è la sintesi del primo anno del Governo Meloni, un'analisi che i cittadini cesenati stanno vivendo in prima persona, con l'attuale emergenza alluvione. Lo stesso sta avvenendo ora con la manovra di bilancio: il nulla, un concentrato di promesse non mantenute.

Il governo si lamenta di una coperta troppo corta, ma in un anno non ha fatto nulla per allungarla. Niente contro l'evasione fiscale, anzi 14 condoni in meno di 12 mesi. La revisione della spesa pubblica è rimasta una chimera, mentre i tagli hanno colpito i fondi contro la povertà e l'indicizzazione delle pensioni. Ora si ritrovano in braghe di tela e per dimostrare di esistere buttano 5 miliardi per una riforma Irpef sbagliata, impercettibile e per un solo anno, dunque un vero e proprio spot. Del resto solo tagli e zero idee, basti pensare che ieri, durante la conferenza stampa del governo, un giornalista ha chiesto al ministro Giorgetti se era stata prevista una misura alternativa ad Opzione donna, cioè alla possibilità per le donne di accedere in anticipo al trattamento pensionistico. La risposta è stata il nulla, il ministro ha farfugliato qualcosa sulla flessibilità ma di fatto si sta abolendo Opzione donna e si sta impedendo alle donne che vogliono farlo di andare in pensione prima”.

Un cenno doveroso va fatto anche sul fronte trasporti, abbiamo infatti un Ministro, Matteo Salvini, che per sventolare il vessillo del Ponte sullo Stretto (ricordiamo che costerà agli italiani oltre 12 miliardi di euro) ipoteca il futuro del Paese compromettendo ogni nuovo investimento per il trasporto pubblico locale o per altre infrastrutture indifferibili. A lui rimane però solo quello, è stata infatti Meloni a imporre a Salvini una sconfitta politica pesante su pensioni e Flat Tax”.

Il Partito Democratico di Cesena va poi all'attacco sull'accordo dï maggioranza per non presentare proposte di modifica Se avvenisse davvero, sarebbe un pericoloso attacco alla nostra democrazia parlamentare. Le Camere verranno completamente svuotate sulla legge più importante. Tutto ciò credendo di risolvere, in un colpo solo, l'enorme problema di una legge di bilancio senza risorse e tentando di allontanare qualsiasi polemica, visto che il testo ignora quasi tutte le promesse elettorali, dalla flat tax al taglio delle accise. Inoltre nega quanto la stessa Presidente del Consiglio andava sostenendo durante il governo Draghi, dopo due anni emergenziali dovuti alla pandemia, quando denunciava ‘un Parlamento esautorato a suon di decreti’. D’altronde cosa vogliamo sperare da un governo che a fine settembre aveva già varato quaranta decreti legge in undici mesi: circa 3,6 Decreti legge al mese. Probabilmente, tuttavia, questo è solo un antipasto di ciò che si concretizzerà con l'autonomia differenziata che sottrarrà al Parlamento qualsiasi potere decisionale”.

Insomma, questa è la manovra del superfluo, in totale continuità con i disastri collezionati da questa destra negli ultimi dodici mesi, e per questo il Partito Democratico scenderà in piazza a Roma sabato 11 novembre.


TAGS:
dichiarazioni |  parlamentari e consiglieri | 

Bookmark and Share





Link utili
Sostieni il Partito Democratico Cesenate
Sostieni il Partito Democratico Cesenate
Ricerca nel sito
»

pd feste democratiche iniziative ed eventi cesena parlamentari e consiglieri primarie dichiarazioni cesenate
Link utili
 Partito Democratico Cesena - Viale Bovio n. 48 - 47521 Cesena (FC) - tel 0547-21368 - fax 0547-25304 - e-mail organizzazione@pdcesena.it - C. F. 90056750400   - Privacy Policy

Il sito web di PD Cesena non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto