Home |  Trasparenza.  |  Organismi Dirigenti  |  Link  |  Contatti  |  Articoli  |
Feed RSS 
  lunedi 4 marzo 2024 Partito Democratico Cesena
| Circoli | Dichiarazioni | Iniziative ed eventi | Parlamentari e consiglieri | Feste democratiche | SPECIALE AMMINISTRATIVE | Bilanci |
Il futuro del lavoro: persone, tecnologie, imprese e governance

28 gennaio 2024


Il mondo del lavoro vive un’epoca nuova dove l’incontro tra domanda e offerta vive una crisi senza precedenti: “Il lavoro c’è – dicono le imprese – ma non ci sono i lavoratori”; “Il lavoro c’è – sembrano rispondere soprattutto i giovani – ma non è quello che cerchiamo per la nostra crescita professionale e personale”.

Si è creato un divario che – dopo l’inversione delle priorità causato dalla pandemia – è molto più ampio del solo fattore generazionale, anche se preoccupa particolarmente il dato italiano dei NEET – le persone tra i 15 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e nemmeno lo cercano – che è oltre il 25%. Piove sul bagnato delle ben note difficoltà determinate dalla crisi demografica e dalla incapacità di adottare politiche migratorie efficaci, con formazione e lavoro chiavi di comunità integrate.

Se mancano all’appello lavoratrici e lavoratori, la risposta non arriva da salari attrattivi: in Italia la crescita dei salari ha segnato un -7,3% tra il primo trimestre 2021 e il primo trimestre 2023. Per contro, la produttività è ben sotto la media OCSE. Il tema del lavoro non è disgiunto dallo sviluppo di una migliore cultura manageriale e dell’organizzazione, così come non può prescindere da un insieme di riforme nel sistema della formazione, che preparino all’inserimento in contesti dove l’apporto della persona è interdipendente da quello di altre.

Se mancano lavoratori e – soprattutto – lavoratrici (l’impiego femminile è di dieci punti inferiore alla media OCSE), è anche il risultato di politiche sociali che non rispondono in modo adeguato a una gestione delle famiglie al passo con le evidenze dell’importanza della socialità nei primi come negli ultimi anni di vita, del valore della diversità nella ricerca e nell’innovazione. Se il nostro territorio può dirsi privilegiato da politiche di welfare efficaci, a partire da quelle che riguardano la prima infanzia, con misure mastodontiche come la gratuità delle scuole dell’infanzia per tutti i bambini cesenati, questo approccio non può dirsi altrettanto condiviso a livello nazionale.

Insomma, parlare di politiche del lavoro in vitro, senza ragionare di formazione, di cultura d’impresa e di servizi alla comunità è un esercizio miope in partenza. Il grado massimo di difficoltà si raggiunge con la dimensione della tecnologia e della sfida della automazione robotica e della intelligenza artificiale: l’OCSE stima che il 27% dei lavori attuali spariranno. Si rende quindi necessario che le imprese adottino fin da subito soluzioni high-tech, per diventare resilienti dentro un sistema che cambia rapidamente. È un dato di fatto: alcuni lavori non esisteranno più e tutti i lavori saranno diversi; anche quelli che riguardano la cura alle persone in futuro saranno sempre più integrati con sistemi di assistenza a distanza, domotica avanzata, robot collaborativi. 

Il tema è quindi governare il processo tecnologico con politiche che assicurino lo sviluppo di soluzioni compatibili con un mercato del lavoro inclusivo, dove i diritti delle persone siano tutelati e la loro crescita personale e professionale messa al centro.

La tutela dell’esistenza e della qualità del lavoro è da immaginare di nuovo, ripartendo dallo spirito costituzionale non solo del diritto al lavoro, ma del diritto a un lavoro come dimensione di sviluppo delle persone e progresso della società. Di questo e tanto altro se ne parlerà il prossimo 1° febbraio 2024, alle ore 18:00, in un incontro organizzato dal PD Cesena all’Eliseo Art Lab. Saranno presenti, intervistate da Gian Paolo Castagnoli del Corriere Romagna, la Senatrice della Repubblica per il Partito Democratico Cristina Tajani, la Segretaria della Cgil Forlì-Cesena Maria Giorgini e l’imprenditrice del Distretto calzaturiero Roberta Alessandri. Introdurrà i lavori il Segretario comunale PD Cesena Lorenzo Plumari.



TAGS:
dichiarazioni |  parlamentari e consiglieri | 

Bookmark and Share



SCRIVI UN COMMENTO [* campi obbligatori]
Nome *
Email *
Titolo *
Messaggio *
Codice *
inserire la somma dei numeri in rosso.



Link utili
Sostieni il Partito Democratico Cesenate
Sostieni il Partito Democratico Cesenate
Ricerca nel sito
»

iniziative ed eventi pd parlamentari e consiglieri primarie cesenate cesena feste democratiche dichiarazioni
Link utili
 Partito Democratico Cesena - Viale Bovio n. 48 - 47521 Cesena (FC) - tel 0547-21368 - fax 0547-25304 - e-mail organizzazione@pdcesena.it - C. F. 90056750400   - Privacy Policy

Il sito web di PD Cesena non utilizza cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie strettamente necessari per la navigazione delle pagine e di terze parti legati alla presenza dei "social plugin". Per saperne di più Accetto